Diario di Stile

Il diario di stile è un ottimo strumento per mettere finalmente in ordine un armadio stracolmo di capi e accessori che non sempre donano.

Come organizzare il tuo Diario di Stile?

Per almeno un mese dovrai annotare gli outfit che indossi quotidianamente. L’’unica condizione che, tutti i giorni, dovrai cambiare il più è possibile i capi e cercare di non indossare sempre gli stessi vestiti.

Se decidi di utilizzare un diario, dovrai annotare cosa indossi e le sensazioni che ti trasmettono i capi e gli accessori scelti per quel giorno. Dovrai scrivere se ti fanno sentire bella, attraente, sicura di te, o al contrario in imbarazzo, goffa, non adeguata.

Se preferisci il digitale, allora puoi scattare una foto ogni giorno, osservarla e annotare sempre in modo dettagliato le sensazioni che ti hanno suscitato.

Al termine del mese o del tempo stimato, dovrai rileggere ed esaminare tutte le tue note e scoprirai:

Cosa ti piace

Fai uno schema e annota tutti i capi e gli accessori che ti hanno regalato delle belle sensazioni. Soffermati sul tessuto (piacevole o non), il modello (comodo o non), il colore o la fantasia. Nel caso di scarpe inciderà il tacco, la punta stretta o tonda, il tipo di suola se di gomma, o in cuoio. Dopo aver terminato il tuo schema, avrai la certezza di quelli che sono i must da non rinunciare nel tuo armadio. Inoltre, altro dettaglio rilevante, avrai una nota per il tuo shopping futuro.

Cosa non ti piace

Farai uno schema anche per annotare cosa non ti è piaciuto durante l’esperimento. Questo metodo è utile per eliminare tutti i capi e accessori dall’armadio e una lista di tutte le cose da non comprare nuovamente.

Il diario di stile può essere valido e soprattutto può servire ad aumentare e rafforzare la tua autostima, partendo proprio dalla tua immagine esteriore.

Se hai difficoltà negli abbinamenti potresti trovare interessante anche questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *